Categorie
Attività nelle Carceri e in Area Penale

Progetto di arteterapia nel carcere contro la violenza di genere: Le donne nell’arte

Un progetto di arteterapia dedicato all’universo femminile per i detenuti del Carcere Minorile di Firenze

Grazie al supporto dell’Istituto Penale Minorile (IPM) di Firenze e al finanziamento della Fondazione Carlo Marchi, il 2020 si aprirà con un progetto di arteterapia dedicato alle donne e all’arte, con un focus sulla violenza di genere. Il progetto prevede l’istituzione di un nuovo laboratorio artistico e arteterapeutico all’interno del Carcere, della durata di un anno, rivolto ai detenuti della struttura (attualmente 13, ma con una media di 60 presenze annuali).

Il progetto nasce con l’obiettivo di trattare il tema delicato della violenza sulla donna, attraversando l’universo femminile nelle sue caratteristiche fisiche, psicologiche, sociali. Durante il percorso si alterneranno attività di stampo pratico a lezioni e discussioni teoriche; gli argomenti saranno proposti tramite lo studio della storia dell’arte e la visione delle opere artistiche, che diventeranno stimolo per riflessioni, e spunto per le opere prodotte in laboratorio come conclusione di ogni incontro. Saranno coinvolti degli storici dell’arte e degli esperti del campo, per approfondire gli argomenti trattati.

Le attività del progetto di arteterpia Le donne nell’arte

Il laboratorio avrà la durata di un anno (50 settimane) e sarà composto da tre incontri settimanali della durata di quattro ore. Il progetto sarà strutturato in tre fasi (la durata di ciascuna fase è riportata tra parentesi):

DONNE ARTISTE (3 mesi): nella prima fase del progetto sarà trattato il tema dell’universo femminile, attraverso lo studio della vita e delle opere prodotte dalle donne artiste più significative.

LE TRE ETÀ DELLA DONNAchi siamo, da dove veniamo, dove andiamo? (4 mesi): partendo dalla celebre opera di Gustav Klimt Le tre età della donna (1905), e attraverso lo studio e la visione di altre opere d’arte, si esamineranno e discuteranno tre momenti centrali della vita di una donna: infanzia, maternità, vecchiaia;

LA VIOLENZA SULLA DONNA (4 mesi): molte artiste e artisti in epoche e contesti diversi hanno condotto la propria ricerca e produzione artistica rappresentando la violenza subita dalle donne. Attraverso lo studio e la visione di opere che rappresentano questa tematica, saranno stimolate discussioni e riflessioni.