Progetto IntegrAzione per il superamento dei Campi Rom

IntegrAzione è stato un progetto attivo tra il 2009 e il 2010 nel Quartiere 4 di Firenze, ideato per il superamento dei Campi Rom radicati sul territorio e l’integrazione della loro popolazione con i residenti del quartiere.

Il progetto è stato finanziato da Regione Toscana e organizzato da Quartiere 4, Comune di Firenze Fondazione Michelucci insieme alle associazioni locali Progress, Amalipè Romanò, Cittadinanza Competente e OsservAzione.

Finalità del progetto: integrazione e superamento dei Campi Rom

Il progetto IntegrAzione è nato con l’obiettivo di attivare di un processo partecipativo locale per contribuire alla piena attuazione della l.r. n. 2/2000, legge orientata al superamento dei Campi Rom.
La realizzazione del progetto ha voluto rappresentare una risposta ai richiami dell’Unione europea al nostro Paese sui temi dell’integrazione dei Rom, della mediazione sociale e della prevenzione di fenomeni di discriminazione e di conflittualità.

Il territorio interessato dal progetto: i Campi Rom del Poderaccio

Il progetto ha interessato il Quartiere 4 di Firenze, che ospita due dei più imponenti Campi Rom della Provincia; Poderaccio 1 e Poderaccio 2.

Seguendo le direttive della legge regionale 2/2000, gli Enti e le Istituzioni locali hanno attivato negli anni politiche di inclusione finalizzate al superamento dei Villaggi Rom, ma i due villaggi analizzati contavano, nel 2008, circa 450 persone (90 nuclei familiari) ancora insediate.

progetto IntegrAzione

IntegrAzione e confronto per un cambiamento partecipato

Integrare significa rafforzare il tessuto sociale attraverso l’esperienza del lavoro comune e favorire la partecipazione dei protagonisti rom e dei cittadini autoctoni residenti per la definizione di un patto reciproco di impegno per una convivenza equa e civile. Il progetto è nato con l’intento di agevolare i processi di integrazione, caratterizzati da tempi lunghi ed ostacoli culturali e sociali.

Il metodo adottato nel progetto IntegrAzione

Per raggiungere gli obiettivi prefissati, si sono proposte attività finalizzate all’informazione  al dialogo, suddivise in quattro fasi.

RICERCA: con la prima fase del progetto si è attuata una ricerca sociale nel territorio individuato, attraverso la somministrazione di questionari e l’attuazione di focus group, realizzati per individuare i problemi specifici percepiti.

INFORMAZIONE: in un secondo momento è stato attivato un percorso di incontri pubblici (sia aperti che ristretti) ed eventi sul territorio del quartiere, per informare e sensibilizzare i cittadini.

CONFRONTO: durante questa fase sono stati organizzati tre incontri tematici incentrati sui temi della scuola, dei giovani e della questione abitativa, realizzati con la partecipazione di enti e associazioni locali e rappresentanti dei Villaggi, con l’intento di avviare un processo di confronto tra i residenti e la popolazione Rom locale.

ELABORAZIONE: infine è stata organizzata un’assemblea cittadina dove i partecipanti e le istituzioni hanno condiviso le loro idee e proposte circa le tematiche affrontate, dando vita ad un dibattito costruttivo sulle possibili soluzioni al superamento dei Campi Rom e alla promozione dell’inclusione sociale della popolazione rom presente sul territorio

I Partner del progetto IntegrAzione

Progress è specializzata nel lavoro di rete e nella gestione di problematiche legate alla marginalità sociale estrema.

OsservAzione si occupa della ricerca attiva contro la discriminazione contro Rom e Sinti

Amalipè Romanò è un’associazione di Rom attiva sul territorio toscano e fiorentino per la diffusione della cultura del popolo Rom e per l’inclusione sociale delle comunità qui insediate

Cittadinanza Competente ha esperienza nella promozione, utilizzo, ricerca e continuo affinamento di pratiche partecipative ed inclusive per la promozione della cittadinanza attiva nei contesti urbani complessi e per il riconoscimento delle differenze